Provincia di Milano Ludobus Exchange di Nori Lazzarini Fondazione Italiana per la Fotografia
Sei in: Home Page > Chi siamo > Presentazione
Presentazione | Archivio delle Foto | Rassegna Stampa
Mi presento...


Noris Lazzarini

Noris nasce nella Milano dei primi anni Cinquanta, in una città che esce dal Dopoguerra, in ricostruzione e fervida di novità.
È giovanissima all’inizio degli anni della contestazione, ma ne percepisce la voglia di cambiamento e di festa che saranno le caratteristiche principali delle sue scelte di vita.
Malgrado sia ostacolata dalla famiglia nel conseguire studi artistici non abbandona la sua vena creativa cimentandosi con tecniche di disegno e di pittura.
Scopre la fotografia nel ‘78 e subito diventa parte della sua esistenza.

Nel 1981 la troviamo alla Galleria "Il Diaframma" di Milano – prima galleria europea interamente dedicata alla fotografia - come coordinatrice nella realizzazione di mostre, progetti speciali e editoriali. In dieci anni alla galleria, organizzando centinaia d’esposizioni, ha conosciuto i più grandi fotografi italiani e stranieri lasciandosi affascinare, fra gli altri, da autori come Mario Giacomelli, Luigi Veronesi, Paolo Gioli, Josef Sudek.
La sua creatività pur essendosi spostata principalmente sull’organizzazione di fotografie altrui, non smette di ricercare una propria via espressiva che s’intensifica da quando si trasferisce a Parigi nel 1992.
Nel 1993 a Montmartre, nel celebre atelier d’artisti Bateau - Lavoir realizza il suo primo ritratto con il foro stenopeico e da allora privilegerà questa tecnica incominciando a rappresentare il mondo attraverso delle semplici scatole, camere oscure, di varie forme e colori.

A Parigi collabora con la Rivista Revue Noire alla Prima Biennale di Fotografia Africana tenutasi a Bamako (in Mali) nel dicembre del 1994.
Nel 1995, come curatrice dell’opera del fotografo colombiano Leo Matiz, presentato in prima assoluta alla galleria Il Diaframma nel 1992, organizza alla Maison Européenne de la Photographie una seconda mostra che varrà a Matiz il riconoscimento della Legion d’onore, oltre che decretarne l’importanza sulla scena internazionale.

Nel 1995 ritorna in Italia, ma subito si sposta per lunghi periodi all’estero.
In Colombia soggiorna per diversi mesi negli anni fra il ’95 e il duemila e realizza il progetto “Afuera pasa el siglo”, ritratti con la tecnica del foro stenopeico. E' a Cartagena che nel 1996 inizia l'attività didattica insegnando la fotografia partendo dall'utilizzo del pin-hole.

In Sud Africa nel 1998,in tandem con un’altra curatrice, Monica Fresco, seleziona l’opera,cura e realizza il volume e la mostra itinerante “Alf Kumalo-fotografo sudafricano“.
Il catalogo Leonardo Arte riceve dalla Biennale “Modena per la fotografica” il Premio “ Oscar Goldoni ” per il miglior libro fotografico dell’anno.

Dal 2001, riprendendo la tradizione dei fotografi itineranti della seconda metà dell’800, gira con un camper completamente attrezzato a laboratorio fotografico, e a “macchina fotografica” gigante.

Negli ultimi anni la sua ricerca personale con la fotografia stenopeica diventa la sua principale espressione artistica.

Alcuni committenti:
In Italia:
Provincia di Milano, Fondazione Italiana per la Fotografia (Torino), Coop Lombardia, Telefono Azzurro, Porfolio in Piazza, Savignano sul Rubicone, VKE Città dei Bambini Bolzano, Città dei ragazzi, Comuni, Associazioni e Istituti Scolastici vari.
In Colombia:
Istituto Italiano di Cultura,Instituto Distrital /Alcaldia Mayor de Bogotà (Programma O.N.U.) Cultura en Comun.
Annual Report 2002/2003 - Carlo Gavazzi group.

In Svizzera:
Museo Vela - Ligornetto.

Collabora:

Roberta Olivero

Sono nata a Bra nel 1974.
Ho conseguito la maturità classica nel 1993 e mi sono iscritta al corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell'Università di Torino.
Ho iniziato a lavorare con i bambini nel 1999 in seguito al Progetto Formativo del Fondo Sociale Europeo "Dal disagio alla proposta", durante il quale è stato realizzato il "Ludobus delle Langhe" e creata l'associazione educativa R.E.S.P.I.R.O., con la quale lavoro tutt'ora.
In questi anni con il Ludobus ho partecipato a diversi eventi, sia all'interno di progetti specifici, solitamente finanziati dalla Legge 285/97 e in collaborazione con i Servizi sociali del Territorio, sia all'interno di feste di paese o d'eventi fieristici.
Per conto dell'associazione educativa R.E.S.P.I.R.O conduco diversi laboratori ludico espressivi sui temi del gioco, dell'esperienza sensoriale e del riciclaggio creativo sia con i bambini delle scuole Materne ed Elementari, sia con i ragazzi delle Scuole Superiori.
Dal giugno 2003 ho iniziato a collaborare con Noris Lazzarini e il suo Ludobus Exchange.
Dal gennaio 2004 collaboro con il Centro per la Cultura Ludica del Comune di Torino, guidando le classi Elementari e Medie nel percorso "la macchina del tempo: giochi e divertimenti nell'Antichità".
Noris e il Ludobus
Noris spiega
uno dei primi laboratori realizzati a Bogotà adattando i locali della ex casa dei portieri  che era inutilizzata.
primi laboratori
questa foto è stata scattata durante un laboratorio all'Istituto Italiano di Cultura di Bogotà
Il 14 febbraio alle 15,30 Apricale presso la Biblioteca Comunale
Vi aspettiamo per realizzare un Mini Memory con pi...

[Archivio]
treinposa
Info | Contatti | Credits